TOBIA
di Fornaciari/De Gregori

Vado a casa e casa non ce l’ho... oh love
Vado a casa e casa non la so
Ho provato a stare senza te... oh love
Son perduto e son tradito
Ma ti sto annusando
E ti sto cercando

E non so mica dove sei
Stanco più stanco al vento
Che piove già
Sta gocciolando

In questa notte sola che
Cancella i passi e il tempo
Cancella me, cancella il mondo

Notte aperta che non ho chiuso più... per te
Chiama e forse t’intercetterò
Chiama forte che non mi trovo più... oh love
Son tradito e son perduto

Ma ti sto cercando
E ti sto annusando

E non so ancora dove sei
Stanco più stanco al vento
Che piove già
Sta gocciolando

In questa notte sola che
Cancella i passi e il tempo
Cancella me, cancella il mondo

Guardo fuori
Dove va la strada
Dei perduti odori

(Vieni, la notte è aperta per te)

Questa notte di porte, di carezze
E di stelle aperte di notte

I need somebody to love
I need somebody to love

I need somebody to love
I need somebody to love

Amore in mano al vento
Non piove ma
Sta gocciolando

In questa notte sola che
Cancella i passi e il tempo
Cancella me, cancella il mondo

I need somebody to love
I need somebody to love




 

 

 

 

 

 

 


Art direction, grafica e animazioni della pagina e del sito
di Maria Giusi Ricotti © 2007-2009.
Tutti i diritti riservati.




Torna alla homepage




In questa pagina
sei il visitatore n°:


Contatore Sito
Bpath Contatore



CHI&PERCH╚ MAPPASITO MAILING LIST LUCI&OMBRE HOME

 

a
natura maestra
a

NATURA MAESTRA
IL CANE TOBIA
GRANDE APPELLO GLOBALE
AL RISVEGLIO SUL CLIMA        22-9-2009
22 aprile: GiORNATA DELLA TERRA
IL SEGRETO DI FLORA
I DELFINI GIOCANO
CHE MONDO MERAVIGLIOSO!
 
 

La storia di Tobia, il cane di Zucchero perso e mai più ritornato a casa, è stata scritta da Francesco De Gregori e messa in musica dallo stesso Zucchero:

"Ho voluto che fosse Francesco a scrivere questo brano: è troppo personale perchè io potessi affrontarlo con il necessario distacco. E' dedicato al mio cane Tobia, unico testimone del periodo più nero della mia vita, della mia solitudine e del mio malessere, un bovaro bernese che viveva in questa casa, era abituato a questi prati, a questi odori.
Lo portammo giù a Carrara per una visita veterinaria. Uscì dal cancello di una casa che non conosceva e non tornò più. Ce lo segnalarono qui e là. Poi quando feci sapere che il cane era mio e promisi una ricompensa a chi l'avesse trovato, smisero addirittura di telefonare.
Ho raccontato la storia a Francesco. 'Mi piacerebbe che ne parlassi come una storia d'amore, di un'amicizia che non trova più la strada di casa'. lo avevo pensato a un altro titolo - Dei perduti odori - ma Francesco disse 'Mi piacerebbe raccontare la storia vista dagli occhi del cane'."

MBRE&LUCI
IL CANE TOBIA
Dedicato a tutti i famigli - gli animali domestici - che non hanno ritrovato la strada di casa...