MABON, L'ULTIMO RACCOLTO
Testo di Maria Giusi Ricotti

I Celti chiamavano l’Equinozio Autunnale con il nome di Mabon, il giovane dio della vegetazione e dei raccolti, figlio di Modron, la Dea Madre.
In molti circoli druidici veniva chiamato Alban Elued, ”Luce dell’Acqua”, dove l’Acqua rappresenta l’oceano cosmico in cui si immerge il Sole nella parte calante dell’anno: la misteriosa profondità marina che diviene sempre più scura con l’accorciarsi dei giorni.
Mabon segna il completamento del raccolto con la vendemmia dell’uva, dono di Dionisio, dio della vite e dell’ebbrezza.
Il vino che si fermenta nelle botti al buio, rappresenta lo spirito degli iniziati nei riti misterici, il passaggio, la trasformazione, il cambiamento.
 
 

Il periodo di Mabon coincide con il periodo in cui nella Grecia antica venivano celebrati i Misteri Eleusini, strettamente connessi con il Ciclo della trasformazione del Grano e con le Dee Demetra e Persefone

Costante messaggio degli Equinozi è che il tempo dell’equilibrio marca l’inizio della trasformazione. La prossima trasformazione invernale consiste in un viaggio nel sé profondo, in contatto con le divinità che si ritirano dal mondo manifesto.
A Oestara, Equinozio di Primavera, la luce e il buio si bilanciavano “fra pari” e ora, nuovamente, c’è equilibrio. Ma a Mabon le condizioni sono profondamente diverse, le energie invertite, il contesto sia materiale che spirituale è opposto, come fosse riflesso in uno specchio.

Il Dio Sole inizia a declinare per fare posto alle divinità femminili, lunari. Il buio sta per prendere il sopravvento sulla luce. L’equilibrio è rivolto all’interno.
È il momento giusto per ringraziare gli Dei per la manifestazione, l’abbondanza del raccolto che ancora stiamo ricevendo e che ci stiamo organizzando per immagazzinare. Si ringrazia per il sostentamento, mentre ci si prepara ad addentrarsi nel Tempo dello Spirito, perché non c’è attività spirituale che non sia sostenuta dalla prosperità materiale.
Nel Dio che viene invocato, già c’è la promessa del sostentamento del prossimo anno:

“Ti invoco, potente vecchio Sole,
portaci il tuo equilibrio, tu Dio del giorno che ti alterni con la notte
in questo giro della Ruota che sta giungendo alla fine.
Ti ringrazio per il tuo potere e la tua energia
che hanno maturato i frutti.
La tua danza con la Dea si è consumata.
La tua energia ora pulsa dentro i semi ed è promessa di un altro raccolto.
Il tuo calore ci ha riscaldati!” *
 

Il Dio Sole sta invecchiando: il suo declino è evidente. La sua energia riposa dentro i semi che abbiamo messo da parte per le future semine e le colture del prossimo raccolto.
Non c’è nel Sole alcun rimpianto: c’è soddisfazione, opera compiuta e promessa di continuità!

Analogamente la Dea Terra è matura: dalle forme primaverili della fanciullezza era passata a quelle estive della fertilità ed ora sta per trasformarsi in quelle della saggezza e dell’introversione autunnale che, dopo Mabon, prenderà inizio.
La Dea attraversa una fase di trasformazione, iniziando con Mabon a manifestare la sua saggezza finale, che solo a Samhain, col completarsi del ciclo della Ruota dell’Anno, raggiungerà la piena maturazione: allora la Dea, diventerà Crona, la triplice complessa anziana che in sé contiene le forme precedenti.

Persefone dei misteri Eleusini, la fanciulla che sprofonda negli inferi è la Dea del periodo, anticipazione di Ecate Trivia, della Grande Madre che tutto include, di Maha Devi nei suoi tre aspetti riuniti…

Nella festa di Mabon c’è un carattere di socievolezza e allegria, un inno alla vita che continua, un prepararsi alla durezza dell'inverno con un sorriso ed un animo fiducioso. Le divinità ci hanno accompagnato finora, favorendo il nostro impegno per il sostentamento per il tempo buio dell'anno. Ora tutta la comunità celebra e ringrazia l'Abbondanza degli Dei… e placa l’ansia dei momenti difficili che potranno venire, con il conforto di aver messo da parte i frutti del proprio lavoro:

"Ti invoco saggia Ecate,
portaci il tuo equilibrio!
Tu Dea della notte che ti alterni al giorno,
in questo giro della Ruota che sta giungendo alla fine.
Ti ringraziamo per i frutti del raccolto che ci hai donato,
nella prosperità, nel lavoro, nelle relazioni e nei viaggi spirituali.
Hai mantenuto tutte le tue promesse, oh saggia!” *
 

L’allegria di Mabon contrassegna il momento di sospensione prima della discesa nel mondo interiore: non è ancora la discesa vera e propria, il giorno della festa non è ancora tempo di preparazione ma è pausa e riorganizzazione.
Spesso Mabon cade nella Lunazione del Sangue ed è tempo di cominciare a pensare alla propria trasformazione interiore con un rito adeguato.

Mabon non è una festa facile da comprendere… contiene gratitudine e malinconia, trasformazione e declino, abbandono e riorganizzazione, celebrazione e addii, introversione e socialità. Tutti questi sentimenti sono in equilibrio contrapposto e tutto è segnale della prossima trasformazione.

Come ogni momento di passaggio ci vengono posti infiniti interrogativi che trovano risposta solo nel quadro più definito dell'intero ciclo della Ruota:

  “Nel mese del Passaggio
nel difficile varco fra i mondi
l'augurio di custodire
mentre il buio avanza
la memoria della luce ...”

(Poesia di Rosa Carotti)


* Invocazioni per Mabon dalla Tradizione di Ara




© 2006 - 2009 Testo di Maria Giusi Ricotti

Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell'autrice, è vietata.

Revisione del 19 settembre 2015.

L'AUTRICE

Maria Giusi Ricotti, grafico editoriale e ceramista, nata a Milano. Per amore è approdata molti anni fa in Sardegna, dove vive con la sua famiglia e lavora.

È fondatrice di Il Calderone Magico che è - oltre che un sito web ed una mailing list di spiritualità femminile - un laboratorio artigiano nel centro storico di Cagliari.

mariagiusi@ilcalderonemagico.it
http://it.groups.yahoo.com/group/ilcalderonemagico
Il Calderone Magico - laboratorio - Corso Vittorio Emanuele 349/351, Cagliari


IMMAGINI

Autumn Goddess tratta da http://www.ilmondodielena.it/wicca/mabonestuff/mabonestuff.htm
Vite Rossa di © Marga www.arkaura.it
http://hydrangeaonline.web-log.nl

Di alcune immagini non si conosce la provenienza: chi avesse notizie in merito può farcele avere all'indirizzo mariagiusi@ilcalderonemagico.it

 

 

 

 







CHI&PERCH╚ MAPPASITO MAILING LIST Ruota dell'anno HOME