CURRENT MOON
lunar phase
NEBBIA QUERCIA LUPO GHIACCIO VENTO

LUNA DELLE ERBE
QUARTa lunazione / LUGLIO 2011

A  

1 LUGLIO
10:53
n
LUNA NUOVA
IN CANCRO
8 LUGLIO
08:29
pq
PRIMO QUARTO
IN BILANCIA
15 LUGLIO
08:39
p
LUNA PIENA
in CAPRICORNO
23 LUGLIo
07:01
uq
LUNA NERA
IN TORO
30 LUGLIo

20:39

n
LUNA NERA
IN LEONE

 
 




Luna delle Erbe, Luna del Tuono, Luna del Fieno… ma possiamo chiamarla anche Luna dei Colori: di quei colori che in questo periodo esplodono letteralmente intorno a noi!
Non c’è più incertezza: adesso in questo emisfero l’estate è nel suo momento più pieno ed è generosa di doni, tutti intensamente colorati che rallegrano la vista e il cuore.
È rosso il cielo dei tramonti e sono rosse le pesche e rossi i fiori.
Arancio le albicocche, i meloni e le nuvole al tramonto.
Giallo il sole, giallo il caldo torrido di alcune giornate, gialle le prugne e i campi di granaglie.
Verdi il fogliame, il bosco, il prato, le erbe officinali.
Rosa l’alba, ogni mattina.
Blu il cielo (tanto blu da stupire), turchese l’acqua nel mare, azzurra nei fiumi e nei laghi
Bianca la luna con raggi d’argento e bianchi i gelsomini, bianca la sabbia sulla spiaggia.
Viola la notte, piena di profumi… d’oro e d’argento i sogni notturni, i sogni estivi d’amore.

c

luna_celtica

 

LUNE CELTICHE
I celti attribuivano alle lunazioni dei nomi strettamente collegati ai loro animali di potere o, come diremmo oggi, animali- totem.

LUNA DEL CERVO

L'importanza del cervo (abhach, sailetheach) è testimoniata non solo dalle sue numerose apparizioni nella mitologìa celtica ma anche dall'impressionante numero di termini usati per descriverlo.
Da sempre considerato come una creatura magica, una guida per raggiungere l'Aldilà, spesso appare sotto le spoglie di una bellissima donna.
Quando abbandonò il mondo mortale, la sposa ultraterrena dell'eroe Fionn, Sabha, si trasformò in un cervo.


Esistono diverse prove dell'esistenza di un culto del cervo, il quale veniva adorato come una dea o come Re Cervo, un simbolo solare; si può dire, quindi, che il cervo rappresenti, oltre alle qualità che lo contraddistinguono, cioè la grazia, la velocità e un ottimo senso dell'odorato, anche il viaggio verso le "Colline vuote", o regno delle Fate, e lo spostamento della forma (cioè la percezione del mondo da diversi punti di vista).

Tratto e adattato da "Sciamanesimo celtico" di John Matthews

e  
E cosa dire dell’arcobaleno dopo i temporali estivi? Magari addirittura dell'arcobaleno lunare, o del rarissimo alone lunare (o corona), composto anch’esso, talvolta, di tutti i colori dell'iride?
In questo tripudio di colori la natura ci chiama a godere e raccogliere.
Nei campi di montagna si raccoglie e si mette ad asciugare il fieno. Le erbe sono piene di potenziale magico e vanno raccolte ed essiccate all’ombra, nell’aria tiepida e asciutta, per conservarle e usarle tutto l’anno.

È un momento di grande pienezza. Corrisponde alla gravidanza della Terra, che sta maturando il raccolto centrale. Dunque una promessa di prosperità concreta, che sta già dall'inizio della lunazione elargendoci sostanziosi acconti.

Si dice che, nell’energia di questo periodo prospero, gli incantesimi risultino più potenti e le arti divinatorie siano più chiare e veritiere. Possiamo fare quindi raccolta di soddisfazioni dei sensi e dei desideri.

Un pizzico di euforica follia condirà benissimo la stagione. Guardiamoci intorno. Assorbiamo l’allegria dei colori ed abbandoniamoci per un attimo al solo presente, concentrandoci nel dovere di apprezzare e render grazie per ciò che ci è stato concesso.
Basta con i pensieri cupi! Mettiamoli da parte e dimostriamo di saper cogliere con gratitudine: è tempo di guardare, assaggiare, odorare.
Amare...

Per chi se lo può concedere, il mare consente di immergersi nell’abbraccio delle acque della Grande Madre, tiepida ed accogliente, per poi passare alle carezze del Sole immagazzinandone il calore e l’energia. È anche il momento di cercare un po’ di riposo, di distogliersi dai ritmi usuali, cambiando le abitudini cristallizzate, gli orari, i ritmi con quel tanto di trasgressione e improvvisazione che si adatta all’estate.
È tempo di lasciare che la vita ci venga incontro senza troppe forzature, rimanendo aperti all’avventura delle sensazioni.


Se ancora non ci siamo ripresi dalle discontinuità primaverili e dallo shock della prima estate, è il momento di usare i colori per una riequilibratura interiore, magari prima o all’inizio delle vacanze (a maggior ragione per chi in vacanza non ci può andare).

e  

Una tecnica molto efficace è quella del riequilibrarsi collegando i colori ai centri energetici (chakras) distribuiti nel nostro corpo. Occorre una buona conoscenza della teoria dei chakras sulla quale non manca la letteratura… segnalo un libro fra tanti, molto ricco di sfaccettature - “Chakras, ruote di vita” di Anodea Judith, Edizioni Armenia – ed anche una curiosa meditazione da fare davanti allo schermo del computer, un po’ cibernetica ma molto adatta a chi non riesce ad allontanarsi dalla tastiera: Yolanda's meditation.
Nel sito proponiamo invece una meditazione guidata tradizionale, che ci deve venir letta da qualcuno con voce lenta e tranquilla, o che può essere registrata, (ma molto lentamente) per riascoltarla in stato di profondo relax. Meglio se con una musica dolce di sottofondo.


Gli altri NOMI DI QUESTA LUNAZIONE


Luna delle Erbe
Luna del Tuono
Luna del Fieno
Luna dell’opulenza
Luna fumosa
Luna matura
Luna della Gru
Luna di supporto
Luna delle Pesche
Luna delle Anatre
Luna della falciatrice
Luna del muggito del Bufalo
Luna del fantasma affamato
Luna della Zucca
Luna del Lampone
Luna color salmone
Luna di Mead
Luna centrale dell’estate
Luna rossa delle Bacche
Luna giovane del Cereale
Luna rossa delle Ciliege selvatiche
Luna del Cavallo
Luna d’Estate
Luna delle corna cadenti dei Cervi
Luna della Camera del Sole
Luna benedicente

© 2006 Testo di Maria Giusi Ricotti

Aggiornamento del 1 luglio 2011

Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell'autrice, è vietata.

e

L'AUTRICE

Maria Giusi Ricotti, grafico editoriale e ceramista, nata a Milano. Per amore è approdata molti anni fa in Sardegna, dove vive con la sua famiglia e lavora.

È fondatrice di Il Calderone Magico che è - oltre che un sito web ed una mailing list di spiritualità femminile - un laboratorio artigiano nel centro storico di Cagliari.

mariagiusi@ilcalderonemagico.it
http://it.groups.yahoo.com/group/ilcalderonemagico
Il Calderone Magico - laboratorio - Corso Vittorio Emanuele 349/351, Cagliari


RIFERIMENTI

http://www.pagan-network.org/forums/showthread.php?t=4453

IMMAGINI

Elaborazione di M.G. Ricotti
http://brigidhj.typepad.com/thumb_gusset/2006/11/index.html
http://digg.com/design/PICTURE_It_s_not_a_beautiful_rainbow_it_s_a_beautiful_moonbow

 

 

I COLORI PRIMARI

ROSSO! 

e   Il rosso rappresenta uno stato fisiologico che provoca energia. Accelera il polso e la respirazione, aumenta la tensione. Il rosso esprime la forza vitale e l'attività nervosa, sottolinea il desiderio in tutte le sue forme: il bisogno di arrivare a dei risultati, al successo. Il soggetto desidera con avidità tutto quello che gli permette di vivere pienamente ed intensamente. Il rosso sottolinea perciò lo slancio spontaneo, la "forza di volontà" e tutte le forme di vitalità e di forza, dalla capacità sessuale al desiderio di cambiamenti rivoluzionari. È uno slancio verso l'azione, lo sport, la lotta, la competizione, l'eroismo e la produttività. Il rosso è il simbolo del sangue, della conquista, della fiamma che illumina lo spirito umano, del temperamento sanguigno. La sua percezione sensoriale è l'appetito, il suo contenuto affettivo il desiderio. Una fatica fisica e nervosa, problemi di cuore, l'impotenza e la perdita del desiderio sessuale accompagnano spesso il rifiuto del rosso. In termini temporali, il rosso è il presente...

In latino "rubens" (rosso) è sinonimo di colorato. È il primo colore dell'arcobaleno che i neonati imparano a riconoscere, il primo a cui tutti i popoli hanno dato un nome.

È il colore del movimento e dell'attività. La luce rossa è infatti quella con un intervallo di lunghezze d'onda più ampio e per tale motivo le sue vibrazioni possono avere un effetto stimolante.
Il rosso è il colore che può muoversi più rapidamente trattenendo legato a sé lo sguardo. E' stato dimostrato che l'esposizione al rosso accelera i battiti cardiaci e stimola la produzione d'adrenalina.

Il rosso è abbinato a Marte, dio della guerra e dio del “pianeta rosso”, per la sua natura aggressiva e per la sua associazione al sangue. Il rosso è simbolo del cuore e dell'amore, del dinamismo e della vitalità, della passione e della sensualità, dell'autorità e della fierezza. Nell'arte paleocristiana si dipingevano di rosso gli arcangeli e i serafini.

La scelta del rosso corrisponde ad uno stato d'attivazione, ad uno slancio diretto verso la conquista, ad un desiderio ardente ed in espansione. Il rosso rappresenta, infatti, la mobilitazione di tutte le energie, cui corrisponde la sicurezza di sè, la fiducia nelle proprie forze e capacità.
Il rosso si associa con la circolazione sanguigna e con lo sviluppo cellulare, ed è perciò controindicato in caso di tumore. Scalda il corpo e stimola la produzione di sangue. Molto utile in caso di malinconia e depressione.
Il rosso rende loquaci, aperti, premurosi, passionali. Molto utile nelle malattie da raffreddamento, nel mal di gola, nella tosse cronica e nell'asma. Utilissimo per trattare paralisi parziali e totali.
Chi si veste di rosso si fa senza ombra di dubbio notare. Il rosso può essere legato anche ad aggressività o incontinenza sessuale. Indicato per problemi circolatori (stasi, geloni, freddolosità, ecc.) Molto utile è l'uso di calzini e guanti rossi per migliorare la circolazione periferica.


BLU!

e   Il blu scuro rappresenta la calma totale. Il semplice fatto di guardare questo colore produce un effetto pacifico sul sistema nervoso. La tensione diminuisce, il polso e la respirazione si regolarizzano mentre i meccanismi di difesa lavorano per ricaricare l'organismo. Il corpo si rilassa, recupera. Sul piano psicologico, il blu scuro sviluppa ulteriormente la sensibilità.
Esso è la rappresentazione cromatica di un bisogno biologico fondamentale: sul piano psicologico, pace e soddisfazione, su quello fisiologico, tranquillità. Il blu rappresenta i legami di cui ci si circonda, per sentirci stabili, sicuri, liberi da ogni tensione, in una situazione equilibrata ed armoniosa.

Rappresenta l'unione, un sentimento di appartenenza e perciò la fedeltà: ma poiché si tratta di chi ci è caro, e siamo in questo particolarmente vulnerabili, rappresenta anche la sensibilità, la profondità del sentimento. In quanto sensibilità ed appartenenza, rappresenta infine una condizione che favorisce l'energia, l'esperienza del bello, la meditazione.

Schefling utilizza il simbolismo del blu nella sua Filosofia dell'Arte: «Il silenzio è la condizione propria della bellezza, come la calma di un mare tranquillo». Il blu corrisponde in modo simbolico alle acque calme e ad un temperamento quieto, alla femminilità. la sua percezione sensoriale è la dolcezza, il suo contenuto affettivo la tenerezza.

E' un colore ampiamente usato, dal blu scuro al blu marine. Esso significa: il classico, il tradizionale. Il turchese ha un aspetto di modernità e vivacità. Il blu riflette il significato di pulizia perché è il colore dell'acqua, quindi è immediato il suo riferimento al cielo ed al mare: indicato per pubblicizzare i viaggi.
 
Il blu è il colore più importante nella percezione visiva di sicurezza e solidità. Da solo o associato al bianco è stato molto utilizzato per i marchi di prodotti collegato alla finanza, all'attività bancaria o ai trasporti.
Il blu che induce alla calma e si connota come placida e profonda soddisfazione, denota uno stato di soddisfatto adattamento. Fissando a lungo questo colore si produce un effetto di quiete ed armonia. In una stanza blu i battiti cardiaci diminuiscono e la sensibilità al freddo aumenta, mentre gli oggetti sembrano più piccoli e leggeri. Questo avviene perché provoca una maggiore attivazione del sistema nervoso parasimpatico.
 
Per i cinesi il blu è il colore dell'immortalità. Il blu è il colore del silenzio, della calma e della tranquillità. È il colore della contemplazione e della spiritualità. È associato alla forma geometrica del cerchio, simbolo dell'eterno moto dello spirito, insieme di quiete e dinamicità.

 
GIALLO!

e   Il giallo è il colore più luminoso, dà un'impressione di leggerezza e di gaiezza. Il rosso denso e cupo è un colore stimolante; il giallo, meno denso e più leggero, è evocatore. Come il rosso, il giallo aumenta la tensione, aumenta i batti del polso e la respirazione, ma lo fa in modo meno regolare.

Il giallo si riflette, irradia, la sua è una gaiezza impalpabile. Il giallo manifesta una personalità aperta e indica rilassamento o potere. Dal punto di vista psicologico, il rilassamento è una liberazione da tutti i problemi, da tutte le contrarietà. il giallo è il simbolo del calore del sole, della gaiezza, della gioia. la sua percezione sensoriale è il piccante, il suo contenuto affettivo una volatilità piena di speranza.

A differenza di quella del rosso, l'attività del giallo è più incerta, e tende a mancare di coerenza. Il soggetto che sceglie il giallo può essere un turbine di attività, ma non lo sarà mai in modo continuativo.

La scelta di questo colore indica un bisogno di possesso e di speranza o l'attesa di una felicità più grande. Indica anche la presenza di un conflitto nel quale il potere è sentito come necessario. Questo desiderio di felicità si manifesta in tutte le sue forme, dall'avventura sessuale alle filosofie illuminatrici ed è sempre indirizzato verso il futuro.

Il giallo spinge in avanti, verso quel che non è ancora definito. Il soggetto prova il desiderio dì trovare una via d'uscita che gli consenta di rilassarsi, e rivela anche un suo certo lato superficiale, il gusto del cambiamento per il cambiamento, il desiderio di vivere altre esperienze. Come il verde, il giallo cerca l'importanza e la considerazione altrui, ma a differenza del verde, che è fiero ed indipendente, il giallo non è mai in riposo, ed è costantemente impegnato a perseguire le proprie ambizioni.
Rimanda alla radiosità che risveglia e dà calore. Suscitando una sensazione d'espansione e spingendo al movimento, il giallo corrisponde ad una condizione di libertà e autosviluppo. Il giallo, infatti, è il colore dell'illuminazione e della redenzione.

Simbolo del sole e dell’oro e della saggezza, appartiene alla sfera dell'espansione, dell’idealismo ed dell’azione.
In Oriente il giallo è il colore del sole, della fertilità e della regalità.
Le associazioni che si ritrovano in tutte le religioni relativamente al colore giallo sono: oro, luce e parola.
Nell'antica Grecia era il colore dei pazzi che si dovevano vestire di giallo per essere riconosciuti.
In Giappone poteva indossarlo solo chi apparteneva alla famiglia reale.

Chi preferisce il giallo tende al cambiamento e alla ricerca del nuovo.
Secondo i cromoterapeuti, essendo il colore del sole, dà energia, forza, vitalità, perché le sue vibrazioni sono simili a quelle dei raggi solari.
È per luogo comune il colore della gelosia.
È il terzo colore dopo il rosso e l'arancione, insieme al verde è più facilmente percepito dall'occhio umano, che riesce a distinguernele quasi infinite gradazioni che la natura ci offre.

Chi indossa giallo si sente bene con se stesso; è infatti il colore associato al senso di identità, all'Io, all'estroversione. Denota sempre una forte personalità. Utilizzarlo stimola la razionalità e il cervello sinistro, migliora le funzioni gastriche e tonifica il sistema linfatico. La scelta del giallo quindi è ricerca del nuovo, del cambiamento, della liberazione dagli schemi. Sinonimo di vivacità, estroversione, leggerezza, crescita e cambiamento, stimola l'attenzione e l'apprendimento, acuisce la mente e la concentrazione.
Stimola la digestione (anoressia, inappetenza, flatulenza, emorroidi interne, eczema) e aiuta ad eliminare le tossine attraverso il fegato e l'intestino.


Letto in
 
http://www.psicodiagnosi.com/TestColore/default.asp#Blue
http://www.fralenuvol.com/albero/sapere/colori/curiosita/significato_colori.php
http://www.mondodeicolori.net/Significato.htm

 



Calendario Lunare Completo
CALENDARIO LUNARE NUOVELUNE
TEMI LUNARI

Per seguire le fasi lunari in relazione alle coltivazioni del giardino o dell'orto:
AGRI_LUNARIO

Per meglio comprendere il Calendario Lunare e per approfondimenti sulla Luna consigliamo di leggere le pagine:
LUNA ASCENDENTE E DISCENDENTE
LUNA NEGLI ELEMENTI
(con la spiegazione dei giorni della Foglia, del Frutto, della Radice e del Fiore)
LA LUNA NEI SEGNI ZODIACALI

Per approfondire le fasi lunari:
ESPANSIONE E RIDUZIONE DELLE FASI LUNARI
IL CICLO LUNARE DI OTTO FASI PIU' UNA

Per altre notizie sulla lunazione corrente e tutte le altre lunazioni cercate nella sezione:
LE 13 LUNE




e




In questa pagina sei il visitatore n°:

Contatore 
Sito  Contatore Sito
Bpath Contatore

CHI&PERCH╚ MAPPASITO MAILING LIST 13LUNE HOME